Questo sito utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci (Google AdSense), fornire le funzioni dei social media (condivisione degli articoli) e analizzare il traffico (Google Analytics). Inoltre fornisce informazioni sul modo in cui utilizzi il sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media miei partner (Google). Il proseguimento nella navigazione implica un tacito assenso all'utilizzo dei cookies. Se non sei d'accordo sull'utilizzo, ti invito ad allontanarti da questo sitoVisualizza i dettagli.

Venerdì 9 Dicembre 2016

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

joomla!.gifHai in mente di mettere su un sito e non sai come fare? Hai sentito parlare di Mambo e Joomla e vuoi quelche consiglio su come utilizzarli, vuoi sapere se puoi usarli per il tuo sito e se effettivamente possono aiutarti?
Questo articolo allora fa al caso tuo!
Approfitto di una mail di richiesta di'informazioni che mi è arrivata da Luigi per dare qualche informazione su Mambo e Joomla.



Cito parte della mail:

[omiss]Sto iniziando a lavorare con joomla,vedo che il tuo sito è su queste basi. Ti volevo chiedere:
come si fa a scrivere la home e successivamente le altre pagine?[omiss]

Bene, direi che per chi inizia ad affacciarsi ad un CMS tipo Joomla o Mambo una piccola introduzione non fa male!


Per prima cosa sia Mambo che Joomla sono, come detto prima, dei CMS o Content Management System, ovvero dei sistemi per la gestione dei contenuti. De facto sono dei siti che offrono al webmaster una sezione backend amministrativa che consente di inserire e gestire i contenuti della parte frontend pubblica del sito, frapponendosi tra lui ed il codice html.

Senza l'utilizzo di un CMS il webmaster dovrebbe, tramite un editor, creare le pagine html e pubblicarle, gestirne i link ed i menù, cosa alquanto noiosa e macchinosa, e quindi la probabilità di compiere errori è alta. Con i CMS invece, è possibile entrare nella sezione amministrativa del sito per creare online, generalmente con un editor WYSIWYG un "Content", o "Contenuto".

WYSIWYG sta per What You See Is What You Get ovvero Quello Che Vedi è Quello Che Ottieni, ed è una tecnologia grazie alla quale possiamo disegnare le nostre pagine web senza conoscere il linguaggio HTML, il linguaggio di internet. E' come avere Word in una finestra con cui creare i content.

Mambo e Joomla fanno delle differenziazioni tra gli oggetti che li compongono.

Tali oggetti possono essere:

  • Componenti
  • Moduli
  • Mambot o Joomlabot
  • Content


I Componenti sono dei programmi che, in simbiosi con il cuore del CMS, possono elaborare dati e fornire servizi specifici.
Ad esempio, il Forum è un componente aggiuntivo di Mambo/Joomla, nativamente non è presente nessun forum, occorre individuare il componente idoneo ed installarlo. Altri componenti sono quello per la gestione della NewsLetter, quello dei Downloads .

In linea di massima un componente ha una parte pubblica ed una parte amministrativa.

Alcuni componenti richiedono l'installazione di un Modulo per la visione al pubblico.


Un Modulo non èltro che un componente più blando, che in linea di massima prende le informazioni dal core del CMS e le pubblica sul sito. Un esempio di Modulo è il Box "Ultimi Articoli" nella homepage, così come "I Più Visti", "Cerca Nel sito", "Chi è online", etc, etc.

I Mambo o Joomlabot, a seconda della distribuzione che stiamo usando, sono dei programmi particolari, spesso scritti utilizzando java, che forniscono funzionalità aggiuntive ai moduli, ai componenti ed al core stesso del CMS. Sono Mambot o Joomlabot gli editor WYSIWYG, il programma per la visualizzazione degli AdSense di Google, la segnalazione del link a Del.icio.us, etc, etc.


I Content sono i contenuti del sito, le pagine con le informazioni che vogliamo dare a chi legge il frontend del nostro sito.


A loro volta i Content possono essere

  • statici
  • dinamici

I Content statici sono dei content che, come dice il nome stesso, sono statici, quindi in linea di massima sono articoli che, una volta scritti e posizionati nel sito, difficilmente andremo a ritoccare o spostare e che non faranno parte di una raccolta di articoli. Tali content sono linkabili nei menù e sono ideali per la costruzione di pagine statiche come le pagine canoniche dei siti aziendali "chi siamo", "dove siamo", "servizi", etc, etc.

I Content dinamici invece sono i content che hanno un loro "movimento" all'interno del sito, come gli articoli nella la homepage che ruotano a seconda dell'ordine di inserimento, fanno parte di raccolte di content e possono subire modifiche e spostamenti in un qualsiasi momento. Sono contenuti dinamici ad esempio i Blog o le raccolte di articoli come i nostri "Articoli Tecnici".

I contenuti dinamici sono suddivisi in Sezioni e Categorie.
Le sezioni sono insiemi di Categorie, le Categorie sono insiemi di Content dinamici aventi un filo comune che li unisce.


Dal backend amministrativo del sito è possibile gestire tutti gli oggetti che compongono il nostro sito.


Per creare la homepage del mio sito ad esempio ho configurato un modulo che è presente in prima pagina con un messaggio di benvenuto, a seguire poi c'è la lista dei content, un modulo standard del core del CMS. Altri moduli sono a sinistra "Traduci..", "Cerca nel Web", "Cerca nel sito", "Area Riservata", "Chi è online", "Visitatori", "Preferiti", "Aggregatore" ed il box con la segnalazione degli altri siti.
"ed Inoltre..." invece è un menù.


A destra della homepage sono posizionati i moduli "Ultimi Articoli", "i Più Visti", "Diffusione Link" e "Page Rank".
In alto sono posizionati il Menù principale, il logo che è un'immagine nel template ed il box del componente per la visualizzazione dei Banner.

Ai piedi dei content poi un altro modulo visualizza gli AdSense di Google.


Per la costruzione del nostro sito quindi abbiamo a disposizione tanti strumenti gestibili comodamente online, indipendenti dalla piattaforma con cui stiamo operando, sia essa windows, linux o mac, e, cosa da non sottovalutare, completamente gratuiti!


Al solito, grazie ad un apposito joomlabot, con due click di mouse allego un link ad un post forum per dare la possibilità a chiunque volesse, di chiedere maggiori informazioni.

{max_sb_discuss:4}

Un altro joomlabot in calce all'articolo invece daràa quanti di voi volessero commentare il sito la possibilità di farlo, così come un altro joomlabot dà la possibilità