Questo sito utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci (Google AdSense), fornire le funzioni dei social media (condivisione degli articoli) e analizzare il traffico (Google Analytics). Inoltre fornisce informazioni sul modo in cui utilizzi il sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media miei partner (Google). Il proseguimento nella navigazione implica un tacito assenso all'utilizzo dei cookies. Se non sei d'accordo sull'utilizzo, ti invito ad allontanarti da questo sito. Visualizza i dettagli.

Venerdì 9 Dicembre 2016

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Impaginiamo un manuale di 100 pagine con centinaia di immagini, titoli indicizzati, collegamenti incrociati, senza impazzire.


Versione dopo versione Microsoft Word si è dimostrato sempre più fantasioso nell'interpretare i miei desideri.
Lo seguo dalla 4.2 su Windows 3.0, e per lavoro ho avuto a che fare troppo spesso con il simpatico programma.
Inizialmente non lo potevo usare, visto che Lotus AmiPro funzionava, non aveva veramente senso.
Ma con gli anni, con la sempre minore diffusione di AmiPro prima, WordPro dopo, le alterne vicende di WordPerfect,
ma soprattutto con l'imporsi di standard aziendali "dall'alto", ho dovuto chinare il capo e iniziare ad usarlo in produzione.
Inizialmente Microsoft Word si limitava a cancellare immagini, spostare testi qua e là, di sua iniziativa.
Ma con gli anni, l'esperienza e le nuove versioni, ha iniziato dapprima a inchiodarsi in continuazione durante le operazioni più banali,
poi ad essere suscettibile di infezioni virali (si, sto parlando di un word processor. E no, questo non è normale - tranne che in casa Microsoft!)
infine a utilizzare una quantità crescente di ram (provate ad importare una gif un po' grossa, diciamo 15Kb, come immagine di sfondo in un piè di pagina...
ho dovuto terminare l'allegro programmino quando ha raggiunto 1.7Gb...

Utilizzo word processor per lavoro. Per creare manuali tecnici, che poi andranno convertiti in pdf o stampati;
per documentazione commerciale, piccoli lavori di stampa, mailing lists,
Ora con centinaia di modelli pronti, e documenti che hanno vita di anni (per esempio i manuali dei programmi che produciamo), non riuscivo a fare una migrazione ad openoffice.

Ma con la versione 2.1 le cose son cambiate.
In circa 5 minuti ho importato un manuale di 130 pagine, ricostruendo correttamente indici, riferimenti incrociati, indici di tabelle e figure...
Poi ho impiegato circa un'ora per sistemare le immagini, che in microsoft sono sempre state un po' "ballerine".
Il risultato:
Apertura del manuale:
.odt con openoffice: 8 secondi
.doc con openoffice: 28 secondi
.doc con word: 29 secondi
Dimensioni del manuale:
.doc 8133Kb
.odt 6777Kb
Tempo per creare un pdf esportando tutti i riferimenti incrociati e gli indici come link
word: 45 minuti circa
openoffice writer: 2 minuti circa

Cosa manca?

Ho cercato a fondo. Conosco ms word molto bene (ho realizzato office automation dal 1993, insegnando ad usare word processors in azienda dal 1995, ho usato e fatto usare word per creare oltre 45000 pagine di manualistica. P.S. Word veniva imposto dal cliente. Rifiuto l'accusa di sadismo nei confronti dei collaboratori.
Non ho trovato un solo punto in cui fosse inferiore.

Cosa c'è di più?

Controllo. Decidi tu cosa succede. Tante opzioni in più (provate a far clic con il tasto destro su un'immagine).
Non posso fare una dissertazione completa, ma un'immagine vale quanto cento parole, no?